3294162186 [email protected]

Gorla, la “Piccola Parigi” lungo il Naviglio Martesana

Nella parte nord della città, scorrono placide le acque della Martesana: sebbene sia uno dei Navigli meno noti, ben lontano dal sapore popolare che si respira lungo le sponde cittadine dei due fratelli “maggiori”, il Grande e il Pavese, la Martesana conserva intatto il fascino che fu anche elegante e aristocratico della Milano città d’acque.
Tour Gorla piccola Parigi Milano

A volere questo Naviglio furono i Visconti e gli Sforza, quando serviva condurre l’acqua dell’Adda fino a Milano, con scopo irriguo e di trasporto.

Leonardo vi applicò i suoi studi di idraulica soffermandosi, secondo alcuni, anche presso quella quattrocentesca Cassina de’ Pomm che oggi introduce al tratto scoperto del Naviglio. E per qualche secolo anche quelle acque furono ricchezza per la città.

Ma fu soprattutto con l’Ottocento che quella parte del canale che oggi attraversa il quartiere di Gorla, cominciò a essere denominata “Piccola Parigi”. I suoi boschetti, come il Bois de Boulogne parigino, divennero meta di “piacevoli sollazzi” per le scampagnate dei Milanesi, in quella che un tempo era una breve gita fuoriporta. Già l’arciduca Ferdinando d’Austria vi faceva tappa presso Villa Felber. E tuttora sono testimonianza di questo passato elegante la Villa Singer, la Villa Angelica, di cui resta il bel padiglione affacciato sulle acque, o la Villa Finzi, con il grande parco che nasconde un curioso Tempio della Notte.

Poi il buio della Guerra! La Strage dei Piccoli Martiri dell’ottobre 1944, legò il nome di Gorla a una pagina cupa della storia, con il bombardamento della scuola F. Crispi e quel monumento di Remo Brioschi che ne riassume l’orrore. A poca distanza il Monastero della Clarisse, eretto da G. Muzio, pare offrire a quei bambini una perpetua preghiera.

Oggi che la Martesana è tornata a vivere come uno degli angoli suggestivi della città, la sua vena aristocratica si intreccia con il recupero e la valorizzazione anche dei suoi luoghi produttivi e di quei reticoli ferroviari che ne segnano il volto più recente, tra Street Art e progetti sociali.

Richiedi un preventivo personalizzato

2 + 9 =