3294162186 [email protected]

Visita guidata al Museo del Novecento

Il Museo del Novecento, all’interno del Palazzo dell’Arengario in piazza del Duomo, ospita una collezione di oltre quattromila straordinarie opere di arte italiana del XX secolo, di cui circa 400 in esposizione.

Visita guidata Museo del Novecento

 Le punte di diamante della collezione sono molte, innanzitutto il Quarto Stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo, cui è dedicata una sala lungo la rampa elicoidale ad accesso gratuito; poi l‘omaggio alle Avanguardie Internazionali, con dipinti d’inizio secolo di Pablo Picasso, Georges Braque, Paul Klee, Vasilij Kandinskij e Amedeo Modigliani.

L’allestimento prosegue con il Futurismo, rappresentato da un nucleo di opere unico al mondo, con Umberto Boccioni, Giacomo Balla, Fortunato Depero, Gino Severini, Carlo Carrà, Ardengo Soffici. Non mancano i maestri degli anni Venti e Trenta (De Chirico, Morandi, Martini e Melotti) e i maggiori maestri dell’Arte informale, da Burri a Tancredi,  per concludersi con una sala dedicata ad alcuni tra i maggiori esponenti dell’Arte Povera, da Luciano Fabro a Mario Merz, da Gilberto Zorio a Giuseppe Penone.

Nella stessa sala, in tre sale dedicate, è allestito un “museo nel museo”: un nucleo di opere scultoree del maestro Marino Marini.

A Lucio Fontana è dedicato l’intero ultimo piano dell’Arengario. Sala Fontana è stata progettata come un’opera ambientale immersiva per accogliere il grande soffitto del 1956, proveniente dall’Hotel del Golfo dell’Isola d’Elba e concesso in deposito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Neon di proprietà della Fondazione Fontana e i Concetti spaziali degli anni Cinquanta. Bellissimo, mentre si è circondati dalla grande opera di Fontana, osservare il Duomo dalle ampie vetrate della sala

Richiedi un preventivo personalizzato

7 + 3 =